Comitato “in Treno per la Memoria” viale Palmanova 22 20132 Milano CONVEGNO La giornata seminariale rivolta agli studenti e agli insegnanti che partecipano all'iniziativa del treno della memoria si terrà  il 29 GENNAIO 2019 dalle ore 9.00 alle 13.00 SPAZIO ARTE via Maestri del Lavoro, Sesto San Giovanni  (MM linea 1 Sesto Marelli) LE LEGGI RAZZIALI IN ITALIA I NUOVI RAZZISMI IN EUROPA Presiede: Comitato in treno per la Memoria Saluto della città di Sesto San Giovanni introduce:  UIL Lombardia interventi: MICHELE SARFATTI Storico CDEC LUCA BONAFE’ coautore del libro “Educare all’odio 1938 - 1943 BETTI GUETTA Osservatorio antisemitismo CDEC” Nell’autunno del 1938 furono emanate in Italia le cosiddette “leggi razziali”, un corpus di provvedimenti legislativi che sancirono, per i cittadini italiani “di razza ebraica”, la progressiva privazione dei più elementari diritti civili. Pochi mesi prima era stato pubblicato un documento preparatorio, il "Manifesto degli scienziati razzisti", che precedeva l’adozione dei provvedimenti di legge e pretendeva di conferire al razzismo inoppugnabili basi scientifiche. In occasione dell’ottantesimo anniversario delle leggi contro gli ebrei emanate dal regime fascista, si propone di dedicare il convegno a una riflessione su quella pagina cruciale della nostra storia nazionale: da un lato, per affrontarla apertamente e farne occasione di più ampia consapevolezza, e, dall'altro per trattare il tema quanto mai attuale del razzismo e della xenofobia, evidenziando i meccanismi - sociali, culturali, politici - che vi stanno alla base. OPPORTUNITA’ FORMATIVE Per contribuire e collaborare nella preparazione dei singoli percorsi formativi che si attiveranno nei territori e nelle scuole, il nostro progetto mette a disposizione le seguenti risorse: GIORNATA DI FORMAZIONE SEMINARIALE 14 dicembre 2018 Università Statale di Milano via Festa del Perdono 7 (aula crociera alta) LE LEGGI RAZZIALI IN ITALIA STORIA E CONTESTO Ore 9,00 MARCO CUZZI - Università Statale di Milano EMANUELE EDALLO - Università Statale di Milano PAOLO ZANINI -  Università Statale di Milano Ore 14,30 Le suole all’avvio dell’anno scolastico 1938/39 ► 3 gruppi di lavoro:  ................................  ................................  ................................ per la difesa della razza, la preparazione del viaggio. Il 12 settembre, in Lombardia, è stato il primo giorno di scuola. È triste ma doveroso ricordare che ottant’anni fa il nostro paese, diventato razzista per legge, espelleva da scuola allievi, insegnanti e personale, uomini e donne definiti per legge di “razza ebraica”. Non ci furono atti di violenza antisemita, né voci di sdegno. Nell’indifferenza dei più, nel tornaconto di molti, la macchina dello stato si mise in moto, con il ritmo implacabile della burocrazia, con la solerzia di un lavoro eseguito obbedendo, senza pensare, a disposizioni e circolari. La dittatura fascista ruppe il processo democratico cominciato dall’Italia risorgimentale e cancellò dalla vita collettiva donne e uomini, vecchi e bambini: passo dopo passo li privò dei loro diritti di cittadini, della loro libertà, della loro vita; passo dopo passo privò l’Italia di cittadini che qui erano nati e cresciuti o che, in fuga dall’antisemitismo che stava conquistando l’Europa, qui avevano trovato rifugio. Con la fine del fascismo, con la nascita della Repubblica, gli italiani sono tutti ritornati ad essere cittadini e basta: uomini, donne e bambini che vivono insieme. Lanciando nel 2018 il viaggio per Auschwitz, ci sembra importante condividere con organizzatori, insegnanti e studenti l’impegno a ritrovare nella propria comunità traccia della legislazione e delle storie delle vittime, per costruire una consapevolezza del passato come radice di vigilanza per il futuro. Proponiamo così a ciascuna scuola di avviare una ricerca nei propri archivi ed eventualmente in quelli comunali per portare alla luce documenti che facciano toccare con mano ai ragazzi la routine con cui le leggi razziali sono state applicate tra cinismo e superficialità. Come Isrec siamo disponibili a fornire supporto e affiancare la ricerca. Offriamo la possibilità di accogliere nella propria provincia la mostra 1938: razzisti per legge, presentata grazie al sostegno del Comune di Bergamo e alla collaborazione di una scuola in alternanza scuola- lavoro nel Giorno della memoria 2018, un esempio di intreccio tra storia nazionale e storia locale. Laboratori territoriali Il comitato e l’ISREC (Bg) sono a disposizione di quei territori o singole scuole che vogliono attivare, nelle loro sedi, dei laboratori tematici e di approfondimento. Qui, indichiamo alcune proposte ed esempi:  storia del campo di Auschwitz Birkenau  La deportazione femminile  La letteratura della deportazione  Il cinema e la Shoah  La musica e l’universo concentrazionario  Antisemitismo e razzismo  L’Italia e le leggi razziali  La deportazione politica  Il ritorno e la Memoria INCONTRI DI FORMAZIONE E AVVICINAMENTO DA PARTECIPANTI AD ORGANIZZATORI 14 febbraio 2019, ore 14,30 - via Vida 10 Milano, presso sede CISL Lombardia - metro 1 (linea rossa) stazione Turro  Cracovia, incontro di popoli, leggi razziali naziste La Polonia e Cracovia, centro di incontro tra uomini e culture. La politica razziale nella Germania nazista si sostanzia nelle specifiche scelte e leggi adottate dalla Germania nazista che postulavano la superiorità della "razza ariana" e comportarono una serie di misure discriminatorie, soprattutto nei confronti della popolazione ebraica. Queste politiche affondano i propri rami nell'epilogo della prima guerra mondiale, quando le fazioni nazionaliste tedesche, irritate e deluse dalla sconfitta subita, attribuirono la cosiddetta "pugnalata alle spalle" della Germania da parte di forze esterne. E’ un caso che la II guerra mondiale inizi proprio qui? Nelle terre che stanno intorno alla Polonia, da sempre un mosaico mobile di culture, nazioni e religioni in un continuo incontro e scontro tra loro. Ed è un caso che proprio qui, oggi, si insedi il fronte più ostile verso i profughi che guardano all’Europa? 14 marzo 2019, ore 14,30 - via Palmanova 22 Milano, presso sede CGIL Lombardia - metro 2 (linea verde) stazione Udine  Oświęcim/Auschwitz, le mappe e i distretti il distretto di Oświęcim  -  (geografia e contesto storico economico dei campi di Auschwitz Birkenau) Per inquadrare la specificità del tema scelto quest’anno, l’incontro di preparazione, prima del viaggio, sarà dedicato allo studio delle carte dell’universo concentrazionario. Si tratterà di fornire una specifica geolocalizzazione dei campi nelle loro peculiarità in grado di dare a vedere il sistema concentrazionario nella sua complessità di sistema aperto e in continua evoluzione. Ciò allo scopo di evitare sovrapposizioni approssimative delle diverse esperienze vissute all’interno dei lager che possono generare confusioni e di rifuggire da confronti semplificatori che possono ingenerare una gerarchizzazione delle vittime in base all’intensità dell’offesa e del dolore. Dopo il viaggio 12 aprile 2019, ore 14,30 presso Casa della Memoria in via Federico Confalonieri 14 Milano (metro linea 5, stazione Isola) i nostri compiti dopo il viaggio - da partecipanti a testimoni CON L’ALTO PATRONATO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA